“Scritture d’amore: forme e declinazioni dell’affettività” 30 agosto – 1 settembre 2019, Anghiari (AR)

Da venerdì 30 agosto a domenica 1 settembre in occasione del Festival dell’Autobiografia 2019 ad Anghiari si parlerà d’amore e se ne parlerà sotto molti punti di vista. “Scritture d’amore: forme e declinazioni dell’affettività” è infatti il tema scelto dalla Libera Università dell’Autobiografia che come ogni anno organizza il prestigioso appuntamento in programma nel borgo toscano. Continua a leggere

Alto Tevere: 10 giorni con il Decamerone insieme allo Spi Cgil

Sarà un viaggio alla scoperta di una delle opere più complesse e affascinanti della letteratura italiana, conosciuta in ogni parte del mondo e alla base di tante altre opere letterarie: il. “Deka Emeròn – 10 Giorni” è il titolo dell’iniziativa promossa dallo Spi Cgil Alto Tevere, con il patrocinio delle amministrazioni comunali del territorio, che si svolgerà appunto in 10 serate, dal 22 settembre al 4 ottobre, in numerosi comuni dell’Alto Tevere.  “Proveremo a rivisitare il Decamerone, un grande Classico della nostra letteratura e, al contempo, cercheremo di scorgere, in un’affabulazione apparentemente lontana nel tempo, i riflessi di temi sociali e di attualità che riguardano il nostro presente”, spiega Patrizia Venturini, segretaria generale della Lega Spi Cgil Alto Tevere. “Attraverso questo viaggio di cultura popolare, la forma più alta e vera di cultura – continua Venturini – cercheremo di costruire momenti di incontro e scambio tra generazioni diverse. In ogni appuntamento introdurremo il tema portante della giornata decameroniana e, dopo averne approfonditi gli elementi più importanti e particolari, daremo lettura di una novella”.

Il maxipinguino di 60 mln di anni fa

Alto quanto un uomo adulto e pesante 80 chilogrammi, nuotava negli oceani circa 60 milioni di anni fa: era un pinguino gigante, chiamato Crossvallia waiparensis, prosperato subito dopo la scomparsa dei dinosauri. Il suo fossile, scoperto in Nuova Zelanda, è descritto su ‘Alcheringa: An Australasian Journal of Palaeontology’ da Paul Scofield e Vanesa De Pietri, curatori del neozelandese Canterbury Museum. Secondo Scofield la scoperta è significativa perché la specie è simile a un altro pinguino gigante, i cui resti sono stati individuati in Antartide nel 2000, e aiuta a mostrare una connessione tra le due specie. Indica, a esempio, che in seguito all’estinzione di dinosauri, rettili marini e pesci giganteschi, c’è stata un’opportunità evolutiva per i pinguini, che oltre a prosperare sono cresciuti nelle dimensioni. I pinguini giganti erano 30 centimetri più alti e pesavano il doppio rispetto alla più grande specie di pinguino di oggi, ossia il pinguino imperatore.(ANSA-AP)

A noi del Partito Comunista il compito di ricostruire – ora, adesso, subito – una VERA coscienza di classe!

E’ un momento, questo, DECISIVO per rialzare la nostra bandiera… Il PD e TUTTA la sinistra arcobaleno – che funge da codazzo servente – hanno totalmente abbandonato la bandiera del lavoro e il simbolo della falce e martello, facendo gli interessi delle banche, della Confindustria, dei speculatori, degli evasori, dei privatizzatori selvaggi, degli inquinatori… 

Dichiarazione del Segretario Generale del Partito Comunista Marco Rizzo sulla crisi di governo: Continua a leggere