Città di Castello medaglia napoleonica

“ei fu siccome immobile…” sono giusto due secoli che i famosi versi manzoniani celebrano  l’epopea napoleonica. Un ricordo straordinario delle gesta dell’Imperatore le possiede a Città di Castello un tifernate illustre: si tratta di una medaglia commemorativa in bronzo coniata con ogni probabilità in occasione del trionfale ritorno della “spoglia immemore orba di tanto spiro” a Parigi nel 1840. Apparteneva a un antenato del dr Paolo D.Ducci, Bernardino Ducci, volontario che come molti patrioti dell’epoca  fu spinto dagl’ideali della rivoluzione francese a prendere parte alle Campagne d’Italia. E la medaglia nel retroverso reca la dedica “ ai suoi compagni di gloria il suo ultimo pensiero S.Elena 5 maggio 1821” e nel dritto riporta ovviamente l’inequivocabile effigie  di Napoleone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...