Gli abitanti di Pompei morirono in 15 minuti d’inferno

Uindici minuti, appena un quarto d’ora: è quanto durarono le correnti piroclastiche che colpirono Pompei durante la celebre eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Flusso di magma e i gas dell’eruzione del Vesuvio.Le ceneri vulcaniche trasportate dalle correnti vennero fatalmente inalate dagli abitanti, provocandone l’asfissia in quella che è ricordata come una delle più grandi catastrofi natutali della storia.

“Correnti piroclastiche di 15 minuti”, lo studio dell’Università di Bari sull’eruzione che distrusse Pompei
„E’ quanto conferma uno studio del Dipartimento Scienze della Terra e Geoambientali, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e il British Geological Survey di Edimburgo“ I flussi piroclastici sono il fenomeno più devastante delle cosiddette eruzioni esplosive: gli studiosi sono soliti paragonarle alle valanghe, in quanto si generano dal collasso della colonna eruttiva: i flussi che ne derivano scorrono lungo le pendici del vulcano a velocità di centinaia di chilometri orari, ad alta temperatura e con un’alta concentrazione di particelle. Il modello elaborato per la ricerca pubblicata su ‘Scientific Reports‘ assume un valore ancora più importante perché essere applicato anche ad altri vulcani attivi, allo scopo di comprendere la durata dei flussi piroclastici e i danni da un’eruzione anche a distanze dove la temperatura e la pressione delle correnti piroclastiche non provoca più effetti dannosi per l’uomo e per l’ambiente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...