Bagno di Romagna: contributo di abbattimento IRAP nei comuni montani

La Regione Emilia Romagna ha deciso di abbattere l’IRAP per sostenere le attività economiche presenti nei  territori montani, svolte nella forma di impresa e nella forma libero/professionale, al fine di promuovere il  benessere socio-economico e la competitività del sistema territoriale locale. Si tratta di un intervento regionale esclusivamente rivolto alle attività economiche dei Comuni montani di cui  all’elenco allegato al bando nel quale è ricompreso anche il Comune di Bagno di Romagna. Il contributo previsto  nel bando regionale è concesso nella forma di credito di imposta da utilizzare per la riduzione della somma  dovuta a titolo di Imposta regionale sulle attività produttive (Irap) totale lorda dovuta alla Regione Emilia-
Romagna con riferimento agli anni 2019, 2020 e 2021.  Possono presentare domanda di adesione, con le modalità indicate dal bando, imprese e liberi professionisti che  con riferimento all’annualità 2017 hanno dichiarato un’imposta IRAP fino a 5.000 euro, ma anche quelle attività  economiche che si sono insediate dal 1^ gennaio 2018 e quelle di nuovo insediamento fino al 2/12/2019 data di  scadenza del bando, che pertanto, nel periodo di imposta 2017, non erano considerati soggetti passivi  dell’imposta regionale Irap.  E’ un impegno economico che la Regione assume a proprio bilancio con risorse esclusivamente regionali e che,  con riferimento ai territori montani della Provincia di Forlì Cesena è stimato possa riguardare circa 1.100 imprese  esistenti medio piccole, oltreché quelle di nuovo insediamento, per un importo stimato per la sola Provincia di  Forlì-Cesena di oltre 2.000.000 di euro complessivi, come è stato illustrato dall’Assessore regionale Palma Costi  durante l’incontro che si è svolto lo scorso 24 ottobre a Forlì.  Riteniamo che tale misura di sgravio fiscale, vada nella direzione di riconoscere alle imprese della montagna le  maggiori difficoltà legate alla marginalità del territorio rispetto a quelle ubicate nei centri urbani di pianura, che  sia altresì la dimostrazione di un’attenzione sempre più crescente da parte della Regione per il territorio montano  e che possa rappresentare il preludio all’adozione di altre misure incentivanti il permanere e l’insediamento di  imprese e attività economiche nei territori montani.  In tale direzione va anche il tema del riconoscimento di maggiori forme di autonomia alle Regioni a statuto  ordinario, ai sensi dell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione, intrapreso dal Governatore Bonaccini che
aprirebbe la possibilità, nell’ambito dell’autonomia regionale, ad una fiscalità differenziata.  La domanda di partecipazione al bando va presentata dalle imprese o liberi professionisti, in possesso dei  requisiti richiesti dal bando, entro il 02/12/2019 esclusivamente attraverso il portale regionale “Sfinge 2020”, per  accedere al quale è necessario dotarsi di un’identità digitale “Spid” o anche attraverso conferimento di procura  speciale ad Associazioni di Categoria o ad altro intermediario.  La compilazione della domanda non richiede documentazione da allegare.  Nell’intento di dare la più ampia informazione di tale opportunità invitiamo le imprese e i liberi professionisti  interessati alla misura a consultare il portale telematico dedicato, https://www.regione.emilia- romagna.it/bandoirap a cui è possibile accedere per scaricare informazioni, documentazione e modulistica o a
rivolgersi alle Associazioni di Categoria o ad altro intermediario.

Il Sindaco  Marco Baccini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...