FURTO NEGLI IMPIANTI POLISPORT DEL CENTRO BELVEDERE

 

 

MASSETTI: “GESTO GRAVISSIMO, CHE OFFENDE LA COMUNITÀ TIFERNATE E COLPISCE GLI UTENTI DI SERVIZI DI PRIMARIO VALORE SOCIALE”Cercavano solo soldi, ma hanno lasciato dietro di sé danni per migliaia di euro i ladri che nella notte si sono introdotti nell’impianto delle piscine comunali e nella palazzina-servizi per il tennis del Centro Belvedere di via Engels. Per un bottino di circa mille euro, gli autori dell’incursione hanno divelto porte e finestre, hanno forzato armadi e una cassaforte, hanno scassinato distributori di alimenti e giochi, con l’impronta inequivocabile di un armamentario completo di attrezzi da scasso. “Un gesto gravissimo che offende tutta la comunità tifernate e colpisce prima di tutto gli utenti degli impianti sportivi comunali gestiti da Polisport, danneggiando strutture che sono state costruite e funzionano per garantire un servizio di primario valore sociale alla nostra comunità”, commenta l’assessore allo Sport Massimo Massetti, che di primo mattino con il presidente della società partecipata Angelo Monaldi ha raggiunto il Centro Belvedere per un sopralluogo. A scoprire il furto e la devastazione perpetrati nella notte è stato poco prima delle ore 7.00 l’addetto alla manutenzione delle piscine comunali. Subito sono stati avvisati i responsabili di Polisport, dai quali è partita la chiamata ai Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, che sono prontamente giunti sul posto. Nell’area delle vasche interne gli inquirenti hanno rilevato lo sfondamento di una porta a vetro per l’uscita di emergenza affacciata sul parco retrostante la palazzina. I ladri hanno avuto accesso agli spogliatoi e hanno raggiunto la zona della reception, penetrando nell’ufficio della presidenza e nell’ufficio della direzione dell’impianto attraverso l’effrazione delle porte. Asportati i soldi dell’incasso del pomeriggio di venerdì versati dagli utenti per i corsi di nuoto, gli autori dell’incursione non hanno toccato altri oggetti, nemmeno un tablet presente su una delle scrivanie, e hanno raggiunto il bar, aprendosi un varco dalla porta che separa l’esercizio pubblico dall’area degli uffici. In mancanza dell’incasso dell’attività, hanno scardinato le macchinette distributrici di giochi per bambini, asportando le monete all’interno, e hanno trafugato alcuni generi alimentari. Nella palazzina adibita a servizi per i campi da tennis, i ladri hanno spaccato le finestre dello spogliatoio femminile e hanno forzato tutte le porte di accesso interne agli uffici di Polisport, dei circoli tennistici e degli istruttori sportivi. Da una cassaforte hanno asportato una modica somma e, anche in questo caso, non hanno mostrato alcun interesse per computer e altri dispositivi elettronici, scassinando, invece, i distributori di bevande presenti e portando via i soldi custoditi all’interno. “Già nell’immediatezza della scoperta del fatto sono state attivate tutte le azioni necessarie a riparare i danni e permettere la piena fruizione delle piscine comunali e degli impianti del tennis”, puntualizza Massetti, che ringrazia i Carabinieri tifernati “per il tempestivo intervento e l’avvio immediato delle indagini, attraverso le quali auspichiamo si possano assicurare alla giustizia i responsabili di un episodio inqualificabile e inaccettabile”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...