L’Unione dei Comuni della Valtiberina prova nuovamente a vendere l’ex mattatoio di Monterchi

Approvato in Giunta la scorsa settimana l’avviso esplorativo per manifestazioni d’interesse all’acquisto. Il Presidente Santucci: “Speriamo sia la volta buona” SANSEPOLCRO – Lo scorso giovedì 4 gennaio, con deliberazione unanime ed immediatamente esecutiva, la Giunta dell’Unione Montana dei Comuni della Valtiberina Toscana ha approvato un Avviso Pubblico Esplorativo per raccogliere eventuali manifestazioni d’interesse all’acquisto dell’immobile, precedentemente adibito a mattatoio, ubicato in località Villa Magra nel Comune di Monterchi. La proprietà della struttura, che versa in evidente stato di degrado, è così ripartita: Unione dei Comuni: 17,54%;  Camera di Commercio: 26,94; Comune di Sansepolcro: 16,81%; Anghiari: 10,96%; Monterchi: 7,21%; Pieve S. Stefano: 7,21%; Caprese M.lo: 5,85%; Badia Tedalda e Sestino: 3,66% cad. “L’acquisto dell’immobile – commenta il presidente dell’Unione Montana Alberto Santucci – deciso tra la fine del 2002 e l’inizio del 2003 soprattutto per volontà del sindaco di Pieve Albano Bragagni e del Presidente dell’allora Comunità Montana Roberto Rossi (perché io già c’ero ed è giusto che ognuno si prenda le proprie responsabilità) – fu una delle operazioni più  sbagliate di sempre, posta in essere col miraggio di un’utilità economica zonale che non è mai arrivata, poiché quel mattatoio non è stato neppure mai aperto. Oggi la struttura versa in evidente stato di rovina, dunque la speranza è che questa possa essere la volta buona e che chi acquista crei vera occupazione in Valtiberina… cancellando assieme alle residue macerie anche il ricordo di un’antica operazione d’acquisto a dir poco scellerata.” “Ora la deliberazione della Giunta dell’Unione sarà trasmessa ai 7 comuni valtiberini ed alla Camera di Commercio di Arezzo e solo dopo la loro approvazione (nel medesimo identico testo) dell’Avviso per l’acquisizione di manifestazioni di interesse – conclude Santucci – l’Unione Montana provvederà alla pubblicazione per 15 gg. Successivi all’albo pretorio e sul sito dell’Ente. Incrociamo le dita!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...