Città di Castello: Burri e Biblioteca sono le priorità

CULTURA: IL 2014 DEL VICESINDACO. “BURRI E BIBLIOTECA LE PRIORITÀ”

città%20di%20castello

CITTA’ DI CASTELLO – In cima ai nostri pensieri c’è l’apertura della nuova Biblioteca che diventerà la Cittadella della Cultura proprio nell’anno del centenario di Alberto Burri” dichiara il vicesindaco di Città di Castello Michele Bettarelli, stilando un sintetico bilancio delle attività del 2014, “che l’Amministrazione ha promosso direttamente ma anche spesso secondato, supportato grazie alla grande vivacità del mondo cittadino, in grado di animare la programmazione con una proposta originale ed autonoma”. “In realtà il momento per gli artisti locali è d’oro: avremmo sul palco di Capodanno Michele Bravi, giovane tifernate doc, vincitore di XFactor 2013, abbiamo assistito all’esordio recente sulla platea nazionale dei Mulholand Drive e di Cumbo, la progettualità della Cooperativa Atlante ci ha permesso di preparare il terreno al centenario di Burri con la mostra Segno, forma gesto in Pinacoteca, che ha coinvolto nei laboratori oltre 1500 studenti. Un percorso di approfondimento che, insieme all’assessorato  alle Politiche scolastiche stiamo portando avanti anche su Alberto Burri, con incontri di formazione per gli insegnanti e per i ragazzi perché il centenario deve essere un’occasione per approfondire e rinsaldare i legami tra i tifernati ed il loro concittadino più illustre ed importante per le arti del Novecento. Creare questo legame è la via principale per concretizzare il progetto Città di Castello – Città di Burri, che per altri aspetti si sostanzia del Centro di arte contemporanea e della Piazza”.

Biblioteca. “Aprire la nuova Biblioteca è un imperativo; risolto l’imprevisto che ha costretto l’Amministrazione a dilazionare le visite al Palazzo, i numeri da cui partiamo sono enormi: il primo premio nazionale del Ministero dei Beni Culturali vinto per la Biblioteca va al mercato, esperienza diretta a bambini e ragazzi, utenti privilegiati delle nostre politiche di promozione alla lettura. Poi, tanto per dare la misura, le 263 nuove iscrizioni, i quasi 8000 utenti, stante la chiusura dal primo luglio 2013; gli 8200 prestiti o le 550 iscrizioni alla piattaforma digitale. A questi cittadini daremo risposte in termini di consultazione, servizi e accoglienza di dimensione superiore quando il trasferimento a Palazzo Vitelli sarà effettivo”.

Pinacoteca. “Per incentivare la conoscenza del nostro patrimonio museale, stiamo sperimentando insieme alle società rionali l’iniziativa Più castellani in Pinacoteca, finalizzata ad avvicinare a luoghi d’arte prossimi ma non per questo familiari; in questo caso sono gli adulti il nostro target perché le numerose attività intraprese con le scuole ha prodotto nelle giovani generazioni un rapporto immediato e non formale con i grandi musei cittadini. Stesso criterio di successo sta seguendo il Poliedro con i percorsi alla scoperta della città, che hanno riaperto anche i sotterranei del centro storico.

Teatro. In attesa della seconda parte di Teatro Ragazzi, i numeri confermano il seguito di questo cartellone, che da quest’anno prevede una replica per ogni spettacolo. Dopo la rassegna di marionette Teste di legno, si torna al Teatro degli Illuminati dove fino a marzo sono previste rappresentazioni, per la prima volta con possibilità di abbonarsi. Per quanto riguarda la rassegna di prosa, l’incremento negli abbonamenti è il frutto delle scelte artistiche compiute insieme al Teatro Stabile dell’Umbria e del blocco dei prezzi”. Soddisfacenti per l’assessore i risultati dello sbigliettamento dei primi tre spettacoli che giudica anche una conseguenza “delle agevolazioni introdotte per  gruppi e associazioni culturali, alle scuole e alle famiglie, oltre il last minute nella vendita dei biglietti”.

Cultura diffusa. “Questo quadro non può non essere integrato da una serie molto ampia di iniziative su cui l’Amministrazione comunale si è impegnata al fianco di soggetti cittadini: in primo luogo il Festival delle Nazioni e la Mostra del fumetto, appuntamenti di caratura nazionale che vedono un coinvolgimento diretto e concreto nella realizzazione del programma; in secondo luogo l’espressione della cosidetta sussidiarietà orizzontale, persone cioè che si impegnano su progetti di interesse generale ai quali l’Amministrazione partecipa: dalle manifestazioni per Novello Bruscoli, attualmente in corso, a Calibro, festival a forte protagonismo giovanile, dalle rassegne estive o tematiche di Cdcinema, a Reimmaginare, che ha rimodulato un evento di successo su una dimensione di Vallata ed ha portato a Città di Castello una sezione della mostra del fotografo Steve Mc Curry. Particolarmente ricco di appuntamenti quest’anno è stato il Settantesimo della Liberazione, conclusosi a luglio con l’illuminazione in notturna del Parco di Palazzo Vitelli”.

PROROGATI I PERMESSI PER IL CENTRO STORICO

I permessi di circolazione e sosta nel centro storico di Città di Castello sono stati prorogati. “La scadenza del 31 dicembre è stata differita” spiega l’assessore alla Polizia municipale Luca Secondi “per permettere l’informatizzazione delle procedure di assegnazione e registrazione che necessita di alcuni giorni per essere perfezionata. Il passaggio è importante per una gestione più efficace e rapida delle autorizzazioni che potranno essere richieste a partire dal 19 gennaio 2015 presso la postazione dei Vigili urbani collocata sotto il Loggiato Gildoni di Palazzo Bufalini”.

NATALE IN CITTÀ: VERSO CAPODANNO

È cominciato il conto alla rovescia per la notte più lunga dell’anno: a Città di Castello Capodanno significa festa in piazza con l’Alternativa e quest’anno con un ospite speciale: Michele Bravi, vincitore di XFactor 2014 e tifernate doc, che si esibirà dopo la Mezzanotte. Naturalmente Natale a Città di Castello significa presepio: oltre alla XV mostra di arte presepiale, allestita nel Duomo inferiore e in un percorso che abbraccia il centro storico, la Pro-loco propone il presepe vivente di Volterrano, che dal 1983 conserva questa tradizione desunta direttamente da Greccio, dove San Francesco inventò il presepio. Ultima rappresentazione della natività il sei gennaio 2015 dalle 17.00 alle 19.00, quando Volterranno tornerà ad animarsi con personaggi e quadri che riproducono la Palestina di duemila anni fa. Nato su iniziativa di don Giuseppe Tanzi, il presepe vivente di Volterrano celebra la 31° edizione proponendo scenari di grande impatto che accompagnano il visitatore fino al cuore dell’allestimento. Gli ospiti durante il percorso potranno interagire con i personaggi che offriranno vin brulé, canapè e dolcetti tipici del territorio. Mentre è in moto la macchina di Capodanno in Piazza, entra in rodaggio anche l’organizzazione della Befana dei Pompieri, che a Città di Castello arriverà alle 18.00 in Piazza Gabriotti ma sarà attesa con laboratori e spettacoli a cura di Accademia Creativa fin dalle 16.00 di martedì 6 gennaio 2015. Tante le associazioni ed i soggetti insieme per l’ultimo giorno delle festività 2014-2015: dai Vigili del fuoco del Distaccamento di Città di Castello, protagonisti dell’iniziativa, all’Club 8.3 , l’Associazione Radio Amatori, BAU, Bovari Associati Umbri, la Croce Rossa Sezione di Città di Castello, il Gruppo Alfa, il Gruppo Comunale di Protezione Civile, il Lions, la Pubblica Assistenza Tifernate, il Rotary Club, il Vespa Club Città di Castello, la società rionale Mattonata e Sogepu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...