Città di Castello: Mady in Italy, ricetta anticrisi

MADE IN ITALY COME RICETTA ANTICRISI.  ANCORA TESSILE D’AVANGUARDIA A CITTÀ DI CASTELLO

caselliinaugurazione

CITTA’ DI CASTELLO – “Dobbiamo continuare a scommettere sulla qualità ed il valore aggiunto del made in Italy per fronteggiare il calo dei consumi e dare nuova fiducia al mercato. Le tradizioni artigianali locali sono da questo punto di vista un patrimonio di saperi che va messo a leva”: così il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta all’inaugurazione del nuovo showroom, “Le Spose” di Giuseppina Caselli, stilita tifernate di lungo corso, protagonista di numerose iniziative che hanno accostato la moda all’arte e alla riscoperta di antichi mestieri. “In questo moderno spazio ‘urban style’ – ha precisato la stessa proprietaria Giuseppina Caselli – proporrò la linea di abbigliamento H-and, ideata e prodotta da me in maniera del tutto artigianale e con capi a edizione limitata”. Accanto ai capi esclusivi della stilista tifernate ci sono le opere di Marco Zieger, che hanno consentito a Giuseppina Caselli di realizzare la serie di T-shirt H-and e Zizu ispirate ai quadri dell’artista ospite. Nello showroom saranno organizzati workshop di vario genere, primo fra tutti il laboratorio di cucito, tenuto direttamente da Giuseppina Caselli per l’apprendimento e la condivisione di tecniche artigianali. “L’evoluzione professionale al passo con i tempi di Giuseppina Caselli, raffigurata tra l’altro in maniera originale attraverso un tour itinerante in vari luoghi della città – ha precisato il sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, intervenuto al taglio del nastro dello showroom – costituisce un elemento di assoluta novità nel panorama locale e regionale del settore della moda e della riscoperta dell’artigianato artistico. L’esempio di Giuseppina Caselli – ha concluso il sindaco – stilista di grande talento e donna determinata, rappresenta senza dubbio una speranza di ripresa per tutto il comparto produttivo, della moda e arte in particolare, che al pari di tanti altri settori sta attraversando un periodo di difficoltà”.

PAOLO ROSSI AGLI ILLUMINATI

Anche il teatro degli degli Illuminati di Città di Castello renderà omaggio ai 150 anni dell’inaugurazione del Teatro Nuovo di Spoleto, proponendo giovedì 2 ottobre alle 21.00, un dittico di Paolo Rossi composto da “Gianni Schicchi” di Puccini e “Alfred, Alfred” di Franco Donatoni. Una burla e un ricovero per coma diabetico alla base dell’allestimento con Marco Angius alla direzione dell’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale, le scene di Andrea Stanisci e i cantanti del Teatro Lirico di Spoleto. Prevendita al Botteghino degli Illuminati martedì 30 settembre, mercoledì 1 ottobre dalle 17.30 alle 19.30 e giovedì 2 ottobre dalle 17.30 in poi. Informazioni e prenotazioni: 075/8526683 (dal lunedì al venerdì ore 9.00/12.00) o 329 8529053. In alternativa i biglietti possono essere acquistati su www.ticketitalia.com e libreria Paci. Per le scuole di musica e i conservatori è prevista una promozione con ingresso a cinque euro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...