Accademia Enogastronomica della Valtiberina: un anno di successi

Un anno di grandi successi per l’Accademia Enogastronomica della Valtiberina

Torta%20compleanno_800x515

Nello stupendo Borgo di Celle, scelto per la cena dedicata ai legumi, festeggiato l’anniversario con la torta realizzata dal maestro gelatiere Palmiro Bruschi

L’Accademia Enogastronomica della Valtiberina ha spento la sua prima candelina nel bellissimo relais “Borgo di Celle”, località del Comune di Città di Castello, in occasione della cena tematica “Legumi e Tegami …pieni”. Un luogo davvero splendido e completamente ristrutturato alcuni anni fa, una terrazza sull’Alta Valle del Tevere e un autentico “fiore all’occhiello” del comprensorio, dove i soci hanno deciso di festeggiare il compleanno dell’associazione. Prima di spegnere la fatidica candelina, il consiglio direttivo ha tracciato il consuntivo di questi iniziali 12 mesi, che sono stati senza dubbio molto ricchi di soddisfazioni per i circa 300 soci che hanno creduto nel progetto dei 13 fondatori del sodalizio. È stato inoltre illustrato il programma del secondo semestre 2014, con gli appuntamenti da giugno fino alla Cena degli Auguri, ultimo atto in calendario. Di assoluto livello la cena tematica: come si evince dal titolo stesso, i legumi l’hanno fatta da padroni e, su tutti, una menzione particolare è per la zuppa di ceci con porcini e per le tagliatelle tirate a mano all’amatriciana di fagioli cannellini. Nulla da eccepire anche sul vino abbinato alle portate, un rosso accompagnato da un sigillo di garanzia: quello delle prestigiose Cantine Caprai di Montefalco. Protagonista assoluta della serata è stata tuttavia la splendida torta preparata dal maestro gelatiere Palmiro Bruschi, che peraltro è anche uno dei soci fondatori dell’Accademia, ma che non è potuto intervenire alla conviviale per motivi di lavoro. Si trovava infatti in un’altra parte del globo; ciononostante, anche dal lontano Giappone non ha mancato di portare il suo saluto telefonico per dimostrare la propria vicinanza al direttivo dell’Accademia. Grande la soddisfazione espressa dai convenuti per la qualità delle pietanze servite e applausi per gli organizzatori (a ciascuno dei quali la “storica” Donatella Zanchi ha dedicato una strofa in rima da lei composta), con l’auspicio di andare avanti mostrando sempre questa particolare determinazione nel proporre la buona cucina del territorio e la sana cultura del mangiare e del bere. Il prossimo appuntamento è fissato per mercoledì 11 giugno con “Lo chef presenta …il baccalà”, presso il ristorante Borgo Antico nel centro storico di Sansepolcro.

Accademia Enogastronomica della Valtiberina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...